Oggi pomeriggio ho avuto un incontro, in videoconferenza, con il Ministro del Lavoro Andrea Orlando. Al centro del confronto lo stato di attuazione del Piano di potenziamento dei centri per l’impiego e le politiche attive del lavoro presentato dalla Regione e approvato dal Ministero.

Il Piano è il presupposto indispensabile per la concreta attuazione delle politiche attive per i beneficiari di ammortizzatori sociali, di reddito di cittadinanza e per tutti coloro che, purtroppo, a causa degli effetti economici della pandemia, si rivolgeranno ai centri regionali per l’impiego in cerca di risposte. Il Piano finalmente individua le risorse destinate allo sviluppo degli interventi e dei servizi necessari per il rafforzamento dei centri per l’impiego e le politiche del lavoro e della formazione. In particolare, il Piano redatto dalla Regione Toscana e dalla sua Agenzia ARTI punta sul potenziamento e la qualificazione delle operatrici e degli operatori dei centri per l’impiego, sulla ristrutturazione delle sedi e sulla digitalizzazione dei servizi offerti.Il Ministro Orlando ha commentato positivamente il lavoro svolto dalla Regione Toscana, una delle prime a trasmettere il Piano, e ha sollecitato una celere prosecuzione del programma di assunzioni previsto.Durante l’incontro, lo stesso Ministro ha confermato la volontà di continuare il positivo confronto con le Regioni sulla riforma delle politiche attive, sul rilancio dell’assegno di ricollocazione e sul nuovo programma GOL (Garanzia di Occupabilità dei Lavoratori).In questo senso, abbiamo concordato sulla necessità di avviare un confronto con la nuova struttura di Anpal. Orlando ha inoltre ribadito l’intento di definire Patti territoriali adeguati alle effettive esigenze delle realtà locali.Infine ho nuovamente sollecitato lo sblocco dei fondi residui degli ammortizzatori in deroga, risorse ancora più preziose, urgenti e necessarie in questo periodo così difficile, ricevendo dal Ministro rassicurazioni sulle tempistiche.